Musica

Jefferson Airplane: oggi nel 1967 usciva la colonna sonora della Summer Of Love, “White Rabbit”

today24 Giugno 2021 50

Background
share close

Nel giugno del 1967 i Jefferson Airplane pubblicavano una delle canzoni simbolo della cultura hippie e della Summer Of Love, “White Rabbit”

Il 24 giugno del 1967 i Jefferson Airplane, band della scena psichedelica californiana, pubblicavano White Rabbit, uno dei pezzi più importanti della loro carriera.

Diventato un classico del rock, White Rabbit è un brano psichedelico scritto dalla cantante della band Grace Slick e ispirato al racconto di Lewis Carroll “Alice nel Paese delle Meraviglie”.

Il singolo, simbolo della controcultura anni ’60, fu inserito nell’album più famoso dei Jefferson Airplane – “Surrealistic Pillow” – e diventò parte della colonna sonora della ‘Summer of Love’.

Cosí come tante altre canzoni dell’epoca, White Rabbit viene comunemente associata alle droghe e all’utilizzo dell’LSD, sia per la musicalità che per l’invito a ‘feed your head’, a nutrire la mente. Nel testo sono inoltre presenti riferimenti all’alterazione della percezione, alle immagini oniriche e ai cambi di stato presenti anche nel racconto di Carroll.

Nonostante all’epoca il brano fosse perfetto per i tempi e rispecchiasse in pieno una generazione, Grace Slick dichiarò in seguito che il riferimento alle droghe non era diretto come si pensava. Secondo l’autrice, il pezzo simboleggiava la curiosità e voleva essere un invito ad ampliare le proprie conoscenze appunto, nutrendo la mente.

Secondo la Slick l’equivoco nacque dall’ipocrisia dei genitori che puntavano il dito contro la condotta dei figli, nonostante fossero loro stessi a leggere ai propri bambini delle storie che, pur non dichiaratamente, avevano a che fare con le droghe. Grace Slick ha affrontato il tema esprimendosi al riguardo:“Non sembravano a conoscenza del fatto che molti dei libri che ci leggevano quando eravamo bambini avevano le droghe come sottofondo. Peter Pan utilizza la polvere e può volare, Dorothy e i suoi amici nel “Mago di Oz” passano in un campo di papaveri e finiscono stonati prima di crollare nel sonno”. Ha riportato infinine l’esempio di Lewis Carroll: “La storia di Alice nel paese della meraviglie è palese; il brucaliffo? E’ seduto su un fungo psichedelico e fuma dell’oppio!”.

Jefferson Airplane

Dal punto di vista strettamente musicale però, fu Miles Davis ad influenzare la scrittura di White Rabbit. Grace infatti scrisse la canzone mentre era sotto effetto di acidi, ascoltando ‘Sketches Of Spain’ di Miles Davis per 24 ore consecutive. L’ispirazione quindi, arriva da uno dei nomi più importanti della storia del Jazz

White Rabbit fu composta nel 1966 nella sua casa di Marin County dove buttò giù le prime note su un piccolo pianoforte acquistato per 80 dollari in un magazzino di San Francisco.

Dopo aver composto la bozza, Grace fece ascoltare il brano alla sua prima band, The Great Society, che la svilupparono in un trip psichedelico. La prima versione del brano era lunga il triplo rispetto a quella poi registrata con i Jefferson Airplane dove sarebbe entrata poco dopo.

Nel settembre del 1966 i The Great Society infatti, suonarono ad uno show di beneficenza al Fillmore dove allo stesso evento si esibivano anche i Jefferson Airplane che erano alla ricerca di una nuova voce. Fu proprio in quell’occasione che, per 750 dollari, Grace Slick fu messa sotto contratto dai Jefferson Airplane portando con sé anche White Rabbit e la sua musica. Dopo un solo mese si trovò a registrare per le sessioni di “Surrealistic Pillow”.

Per essere sempre aggiornati con le nostre pubblicazioni, seguiteci sulla nostra pagina FacebookInstagram o Twitter dove troverete le novità e le curiosità proposte settimanalmente da Musical Factory, ma non dimenticate la diretta 24 ore su 24!

Written by: Chiara

Rate it

Previous post

Musical Factory

Musica

Tormentone estivo 2021? Musical Factory!

Assieme all'estate questo mese arriva anche Musical Factory, online dal 21 Giugno! Benvenuti in Musical Factory! Quest'anno per celebrare l'inizio dell'estate in un luogo suggestivo e carico di vibrazioni positive abbiamo pensato ad una fabbrica speciale, dove c'è tanto lavoro da portare avanti con voi in modo da poter stare in compagnia divertendoci insieme. Benvenuti nella fabbrica della musica più libera e più bella che ci sia, dove vige il […]

today21 Giugno 2021 58 1 2

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Musical Factory
Web Radio personale/amatoriale
Responsabile: Vanni Capuzzo

Licenza SIAE: 202100000462
Licenza SCF: 129/5/21
Tessera WRA: Wra-04-03/20-P

 Sede Legale
Via Zara 55, 36045
Lonigo (VI)

Ascoltaci con le tue app preferite

0%