Attualità

Raffaella Carrà, la regina della televisione italiana si è spenta a 78 anni

today6 Luglio 2021 76

Background
share close

Raffaella Carrà, la più grande showgirl italiana di tutti i tempi ci ha lasciati all’età di 78 anni dopo una lunga malattia.

Simbolo dell’immaginario televisivo italiano, Raffaella Carrà era seconda solo al suo ombelico, esibito per un balletto scandaloso come il “Tuca Tuca”. Una storia che oggi forse può far sorridere, ma che all’epoca accese gli animi di una buona fetta di popolazione italiana. Definita “la regina della televisione” il piccolo schermo ha perso la sua protagonista più amata.

Un’icona di libertà, una donna che già 50 anni fa era più avanti di tante persone al giorno d’oggi. La showgirl, cantante, ballerina, attrice si è spenta ieri alle ore 16:20 dopo una malattia che da qualche tempo aveva attaccato il suo corpo minuto ma allo stesso tempo così pieno di energia. La sua forza inarrestabile l’ha imposta ai vertici dello star system mondiale, e fino alla fine la sua volontà ferrea non l’ha mai abbandonata in modo che non trapelasse la sua profonda sofferenza. È stato l’ultimo ed ennesimo gesto d’amore verso il suo pubblico e coloro che l’amavano, ha fatto tutto il necessario in modo che il suo personale calvario non cambiasse il luminoso ricordo di lei.

Nata a Bologna il 18 giugno 1943 come Raffaella Maria Roberta Pelloni, dopo il debutto in televisione in “Tempo di danza”  nel 1961 e nella commedia musicale “Scaramouche” del 1965, nel 1970 approdò a Canzonissima divenendo nota al grande pubblico. Fu così che Raffaella Carrà divenne la prima showgirl del piccolo schermo in bianco e nero.

Raffaella Carrà

“Raffaella ci ha lasciati. È andata in un mondo migliore dove la sua umanità, la sua inconfondibile risata e il suo straordinario talento risplenderanno per sempre”. Con queste parole il coreografo Sergio Iapino, l’ex compagno, ne ha dato il triste annuncio.

Donna fuori dal comune dotata di spiazzante semplicità, non aveva avuto figli anche se, come diceva lei, ne aveva a migliaia, come i 150 mila che negli anni ha fatto adottare a distanza grazie al programma Amore.

Ballerina, cantante, attrice, conduttrice e autrice, Raffaella Carrà era un’artista completa che grazie alle sue innumerevoli capacità si è guadagnata l’amore non solo del popolo italiano. Provocatrice e rassicurante al tempo stesso, il suo caschetto biondo è diventato un vero e proprio simbolo di sensualità, caparbietà e professionalità. Capace di reinventarsi, ma anche di commuoversi ed empatizzare con il pubblico, Raffaella è riuscita a tenere testa ai volti più importanti della tv come Pippo Baudo, Mike Bongiorno, Corrado, Paolo Panelli e Alighiero Noschese.

Raffaella Carrà

Dal 1995 al 2002 è stata alla conduzione di “Carràmba!” andando in onda in prima serata su Rai 1 facendosi amare da spettatori di ogni età. Nel 2001, affiancata da Piero Chiambretti, Enrico Papi, Megan Gale e Massimo Ceccherini è stata conduttrice del Festival di Sanremo. Amata non solo in Italia ma anche in Spagna, dove è diventata una delle donne più amate del piccolo schermo. Negli ultimi anni, nel 2016 è stata coach di “The voice of Italy” e nel 2019 ha condotto “A raccontare comincia tu”.

A novembre 2020 la Carrà è stata celebrata anche dal Guardian, che l’ha definita “un’icona culturale che ha rivoluzionato l’intrattenimento italiano e ha insegnato all’Europa la gioia del sesso”. “Quando la Svezia aveva gli Abba, l’Italia aveva la Carrà, che ha venduto milioni di dischi in tutta Europa”.

Nel corso della sua carriera, come dichiarato da lei stessa in un’intervista, ha venduto oltre 60 milioni di dischi e, durante una puntata di “Domenica In” ha confermato di possedere 22 dischi tra platino e oro.

Raffaella Carrà ha instaurato in tutti noi una sensazione di immensità, moltissimi sono stati i colleghi e gli artisti ad aver lavorato con lei ad averle dedicato, nelle ore immediate alla sua morte, un pensiero di affetto tramite i social.

Per essere sempre aggiornati con le nostre pubblicazioni, seguiteci sulla nostra pagina FacebookInstagram o Twitter dove troverete le novità e le curiosità proposte settimanalmente da Musical Factory, ma non dimenticate la diretta 24 ore su 24!

Written by: Chiara

Rate it

Previous post

stickyfingers bill wyman

Attualità

“Sticky Fingers” lo storico locale di Bill Wyman a Londra chiude a causa del Covid

A causa del virus chiude lo storico locale  di Londra "Sticky Fingers" di proprietà del bassista dei Rolling Stones, Bill Wyman. Lo storico "Sticky Fingers", il locale fondato da Bill Wyman nel 1989, ha annunciato la chiusura dopo 32 anni di attività. La crisi economica causata dalla pandemia ha causato molte cessazioni di attività nell' ambito dell'intrattenimento e della ristorazione londinese. A dare la notizia è stato stesso ex bassista […]

today3 Luglio 2021 26

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Musical Factory
Web Radio personale/amatoriale
Responsabile: Vanni Capuzzo

Licenza SIAE: 202100000462
Licenza SCF: 129/5/21
Tessera WRA: Wra-04-03/20-P

 Sede Legale
Via Zara 55, 36045
Lonigo (VI)

Ascoltaci con le tue app preferite

0%